## Ultimissime ##
Un attimo...
, ,

Premessa alla revisione delle notizie

L'ipnosi rispetto a molte credenze ritenute acquisite e assodate nel campo della salute è generale, allo stesso modo dalla parte del cittadino come dalla parte del medico luminare.
A volte, anche ciò che sarebbe molto evidente a chi ignorasse ogni nozione della materia, può finire inosservato all'interno degli schemi abituali.

Così alcuni gruppi di ricercatori indipendenti come la Cochrane Collaboration, stanno operando una mappatura di tutte le conoscenze disponibili, facendo "revisioni sistematiche" degli studi eseguiti in passato sulla efficacia e la sicurezza degli interventi sanitari, con l'obiettivo di ristrutturare certe credenze infondate e aiutare le persone a prendere decisioni bene informate riguardo la propria salute.

Archibald Cochrane, medico scozzese del '900, rifletteva proprio sul mancato utilizzo pratico da parte del personale sanitario di dati dell’evidenza sperimentale, preferendo piuttosto azioni consolidate dalla consuetudine ma non sempre di accertato valore scientifico.
In questo senso si parla di Evidence Based Medicine, una medicina basata su prove di efficacia: può sembrare scontato che sia già così, ma ci si stupisce sempre di quanto siamo lontani da una condizione ideale.
Inoltre oggi, in aggiunta alle abitudini che permangono per inerzia e ai protocolli dominanti non sempre congruenti, ci si trova di fronte alla pressione dell'industrializzazione e della finanziarizzazione del settore che rende ancora più complessa e delicata la situazione.

Similmente al processo di revisione scientifica in atto, qui cercheremo da una parte di "revisionare" la comunicazione e le notizie quotidiane che, per la modalità commerciale con la quale sono generalmente divulgate, troppo spesso restituiscono un'immagine distorta di scienza medica.
Dall'altra raccoglieremo analisi scientifiche, studi ed esperienze concrete da fonti quanto più possibile attendibili e verificabili (cochrane è di certo una di queste). 
Tutta l'informazione così acquisita sarà osservata e "revisionata" da un punto di vista diverso, attraverso gli "occhiali" delle 5 Leggi Biologiche, un modello eziologico che offre una prospettiva nuova e straordinaria sulla salute, la malattia e la medicina.

In realtà ci si renderà conto che, per consentire l'attività di revisione delle notizie, è a volte necessario sospendere parzialmente i principi su cui si fondano le 5LB, perchè l'odierna metodologia clinica si basa su presupposti non conciliabili con le leggi biologiche: per esempio, in molte ricerche osservazionali dovremmo ipotizzare, per assurdo, che la persona viva in una campana, che non sia influenzata dalla vita che conduce e che il processo sia condizionato esclusivamente dagli agenti chimici oggetto di studio. 
Una circostanza certamente irreale.
D'altra parte non conosciamo assolutamente nulla della vita delle persone coinvolte e delle loro variabili psichiche, ma ad oggi questa è la metodologia clinica a cui non possiamo che adeguarci per consentire un confronto scientifico su dati reali.

Per questi motivi saranno ovviamente preferiti gli studi controllati e randomizzati, che possono fornire una visione meno probabilistica possibile.
In questa attività di revisione ci si accorgerà che, nonostante alcuni dei presupposti nei due modelli teorici a confronto siano antitetici, spesso i dati raccolti possono essere riletti in una maniera che ci mostra, più che un contrasto tra i due modelli, una complementarietà. 

Ho iniziato questo percorso nel 2013 e la mia formazione non-accademica mi ha consentito di essere agile nella ricerca, potendo uscire dal seminato rompendo schemi che ci legano a idee che spesso fuggono l'evidenza più palese.
Tuttavia, la mia sola curiosità ed esperienza nell'educazione al corpo non basta, è necessaria competenza: per questo oggi (aggiornamento 2015) accolgo la collaborazione di biologi, medici, ricercatori e operatori del settore che vogliano approfondire con la propria esperienza sul campo questi argomenti.
È esplicito il fatto che le informazioni contenute in questo sito non sono prescrizioni o consigli medici, ma ogni scelta terapeutica va affrontata insieme al proprio medico curante.

Prova a cambiare gli occhiali ora: in questa rubrica trovi tutte le notizie già revisionate.

Mauro Sartorio



Direzione editoriale

Mauro Sartorio Eleonora Meloni

contatti