## Ultimissime ##
Un attimo...
, , , ,

Le cause della tonsillite

Premessa: l'eziologia delle cosiddette malattie, ovvero la causa delle reazioni di fisiologia speciale dell'organismo, è l'argomento che a un primo approccio richiama maggiormente l'attenzione sulle 5LB.
Oltre alle cause, però, è necessario osservare ciò con cui è molto importante, anzi fondamentale, avere dimestichezza, sia in termini di comprensione teorica, ma soprattutto in termini di valutazione dell'urgenza: la funzione dei tessuti coinvolti e la posizione dell'organismo all'interno del processo.
Queste informazioni non dimostrano nulla, ma forniscono strumenti precisi per permettere di essere verificate di persona.
Per i principianti sarà necessario leggere almeno le 5 Leggi Biologiche.



Le tonsille (e allo stesso modo anche tutta la submucosa orale e le altre ghiandole di questa area, per esempio quelle salivari), sono costituite di tessuto di origine endodermica che, in base alla terza legge, intensifica la propria attività in Fase Attiva.
In PCL ripristina con l'intervento di funghi o micobatteri.

Uno dei sintomi che può manifestarsi in Fase Attiva è un leggero gonfiore, dato dalla ipertrofia e/o iperplasia che sostiene l'aumento della funzione secretoria.
In soluzione (PCL) avviene la riduzione del tessuto in eccesso con caseificazione (ascessi tonsillari, tonsillite purulenta) tramite funghi (micosi) o micobatteri (tubercolosi delle tonsille).
Come per tutti i tessuti endodermici della bocca, l'aumento della secrezione in Fase Attiva è utile a insalivare meglio il boccone desiderato per poterlo inglobare più rapidamente.

La percezione biologica che attiva la tonsilla destra è infatti "non riesco a mandare giù un boccone già afferrato": una situazione che, per un fatto improvviso, non si riesce ad afferrare definitivamente.
Come nell'esempio che riporta lo stesso Hamer: una persona è convinta che l'appartamento sia stato assegnato a lui (boccone già afferrato), e all'ultimo momento viene dato a qualcun altro.
Qualcun altro gli ha rubato il boccone (casa, posto di lavoro...), gli ha "tolto il pane di bocca".

La tonsilla sinistra risponde invece al "non riuscire ad espellere un boccone che si vuole sputare".
Una tonsillite destra e sinistra si presenta quando il boccone improvvisamente (DHS) non si riesce nè a sputare nè a inglobare, rimanendo bloccato in gola.

I sintomi diventano dolorosi e brucianti in seguito all'intervento dei micobatteri, perciò si ha male alcune ore dopo che quel "qualcosa bramato" è stato definitivamente afferrato (tonsilla destra) o dopo che quel qualcosa che non doveva entrare è stato definitivamente respinto (tonsilla sinistra).
La percezione è viscerale e accomuna tutta la submucosa della bocca: è la sensazione che ha l'arcaico serpente quando non riesce ad afferrare un boccone di vitale importanza.

Per applicare queste conoscenze nel concreto è categorica la precisione, così è importante non farsi autodiagnosi e non modificare alcun trattamento medico, ma osservare i processi così come sono con soli fini didattici.
Per la pluralità delle variabili è inoltre impossibile e irrispettoso nei confronti della persona coinvolta, anche in presenza del miglior medico o esperto nel campo, fare corrette e complete diagnosi online.
Per un dettagliato approfondimento è consigliato lo studio del libro Noi Siamo Il Nostro Corpo, di cui il testo è un estratto sintetico.



Direzione editoriale

Mauro Sartorio Eleonora Meloni Paolo Sanna

contatti