## Ultimissime ##
Un attimo...

Prima Legge Biologica - la DHS

Shock che prende in contropiede
Ogni programma speciale biologico e sensato della natura (SBS) ha inizio da una DHS (sindrome di Dirk Hamer).

La DHS è un evento drammatico inaspettato, che prende in contropiede e nel quale l'organismo si trova a non sapere come reagire.

Qualsiasi "patologia" nasce da una DHS, attivando all'istante a livello cerebrale, psichico e organico una risposta biologica e sensata allo "shock".
L'organo preposto all'adattamento viene attivato dall'area cerebrale che lo conduce (focolaio di Hamer, visibile nelle Tac senza contrasto), in reazione alla personale percezione dell'evento inaspettato.
A partire dalla DHS, il decorso del programma biologico procede parallelamente sui tre livelli psiche-cervello-organo, secondo il modello bifasico della seconda Legge Biologica.

Se il problema è gestito e l'organismo non è preso in contropiede, non c'è alcuna attivazione di programma speciale.
In questo senso lo "stress", come è inteso dalla psicosomatica, non ha alcuna influenza in termini di fisiologia speciale (comunemente "malattia").

Un caso famoso, che lo stesso Hamer riporta per chiarire il concetto di DHS, è quello che segue, di cui faccio un sunto parafrasato:
Quell' imprenditore gestiva più di 50 aziende e, a un certo punto, ebbe un infarto coronarico (crisi epilettoide del cosiddetto "conflitto di territorio" NDR).
Hamer gli chiese cosa gli fosse successo, e lui rispose: "Ho avuto qualche azienda che è fallita e ha dovuto chiudere..."
Hamer: "No, non è il fallimento delle tue imprese che ti ha fatto venire l'infarto (in ambito commerciale il fallimento di un'impresa è parte della logica): mi devi dire qual è quell'evento inaspettato che ti ha colto di sorpresa".
Alla fine dell'indagine veniva fuori questa storia che era rimasta in secondo piano:"l'unico evento inaspettato che ho avuto è stato quando una mattina mi sono alzato e ho visto la mia voliera vuota".

Questo signore aveva un particolare hobby, ovvero una collezione di uccelli esotici provenienti da tutto il mondo, e per lui quella era la cosa più sacra. 
Quella mattina trovò la voliera vuota a causa di una faina che aveva scavato un tunnel e aveva fatto scappare tutti gli uccelli.
Nel suo sentito personale, quello era stato lo shock inaspettato nel suo territorio, qualcosa che gli aveva portato via ciò che gli era più caro. 

E non c’entrava nulla la situazione dei fallimenti aziendali, che aveva gestito con più o meno stress nel suo ruolo di imprenditore.

Si capisce così che non è l'evento in sè a generare la risposta dell'organismo, ma è la percezione viscerale, personale e unica, che solo quella persona in quel momento preciso vive.



Direzione editoriale

Mauro Sartorio Eleonora Meloni

contatti