## Ultimissime ##
Un attimo...
,

In Italia tutti a casa finti malati

Un'altra revisione di notizia quest'oggi, facile facile anche per i neofiti delle leggi biologiche.
Con questo esempio ci si rende conto molto bene di come una ricerca statistica possa spingere verso interpretazioni che in qualche modo vogliono essere dimostrate, forse a priori, e che comunque nascono naturalmente in base alla propria mappa percettiva.

Allora tiriamo fuori la nostra mappa percettiva 5LB, e ristrutturiamo una conclusione che è scritta fra le righe dei giornali di oggi, e che alcuni hanno il coraggio di esplicitare:

Lavoro, un certificato medico su 3 arriva di lunedì
"In pratica un lavoratore dipendente su 3 si ammala di lunedì, una percentuale molto alta, che rafforza il sospetto che si tratti di una pratica utilizzata per allungare i weekend."
Fonte: Libero


1) Conclusione superficiale e tendenziosa, senza la conoscenza dei processi biologici: insomma siamo alle solite, in Italia per una buona percentuale sono tutti fannulloni e truffatori.

2) Conclusione con la conoscenza della seconda legge biologica: perchè questa gente tenderebbe a prendersi il lunedì piuttosto che il venerdì?
Probabilmente perchè i sintomi si presentano nella stragrande maggioranza dei casi in soluzione, ovvero il sabato, quando il corpo si rilassa!
Chiamasi tecnicamente "fase PCL-A"


Mai capitato di stare male "casualmente" proprio quando si hanno dei bei giorni liberi, in ferie o nel weekend?
Ci sono persone che passano la vita a stare benissimo finchè lavorano, e il sabato e la domenica crollano con i sintomi più debilitanti.
Se ci si trova sul lavoro in una condizione di tensione (area blu "Fase Attiva" nell'immagine), il corpo tiene duro perchè deve "fare la guerra" al massimo dell'efficienza.
Quando invece può mollare (area rossa), permette la riparazione dei tessuti, con dolori e stanchezza che sono utili a costringere il corpo a riposo.
Principio forse non immediato da comprendere, poichè è l'esatto opposto della concezione psicosomatica, secondo la quale ci si ammalerebbe sotto stress.

Anche se fare generalizzazioni è del tutto insensato perchè ogni individuo e situazione è un caso unico e particolare, ho revisionato questa notizia quasi come un pretesto per mostrare quanto può essere diversa la percezione di molti fenomeni attraverso gli "occhiali" delle leggi biologiche.



Direzione editoriale

Mauro Sartorio Eleonora Meloni Paolo Sanna

contatti