## Ultimissime ##
Un attimo...
, ,

Coronavirus 2020: pandemie mediatiche e psicosi.

Ve la ricordate l'influenza aviaria?
La suina?
Il virus H1N1, l' H5N1...

Ricordate il panico mediatico creato artificialmente per gonfiare la spesa pubblica in farmaci?
I conflitti di interessi all'interno dell'Organizzazione Mondiale della Sanità?
Le collusioni tra i governi nazionali e le case farmaceutiche, le ricordate?

Vi ricordate i farmaci venduti per miliardi di dollari a tutti i governi del mondo, che solo dopo qualche anno si è scoperto essere del tutto inefficaci e tossici?

In questo periodo di panico per il "nuovo coronavirus 2020" vale la pena rinfrescarsi la memoria per mantenere alta l'attenzione su questi potenziali pericoli, che ormai dovremmo conoscere molto bene.
Con questo video. (clicca)



Dall'intervista a Tom Jefferson sulla psicosi intorno all'influenza aviaria:

- Dottor Jefferson lei si è fatto un'idea di chi sono i responsabili di uno scandalo così grande? 
Ricordiamo tra l'altro che dentro l'OMS sono state individuate anche alcune persone con gravi conflitti di interesse. 
È stata anche cambiata la definizione di "pandemia", tra l'altro voi siete stati i primi a segnalare questa modifica, dalla notte al giorno sulla schermata dell' OMS erano cambiati i criteri, avevano abbassato questi criteri quindi era più facile decretare una pandemia e innescare questi contratti [di vendita di farmaci].

- Certo perché la pandemia era la parola magica, era il bottone.
Questa è la domanda che mi ha fatto anche la commissione della Organizzazione Mondiale della Sanità. 
Io le ripeto sono un medico, non sono un avvocato, un magistrato, un poliziotto.
Quello che è stato ovvio vedere dalla metà degli anni 90 in poi è stato un confluire di interessi privati e interessi pubblici affinché si ingigantisse il ruolo dell'influenza nella vita di tutti i giorni. Addirittura ora siamo arrivati all'estremo che in alcuni casi, in alcuni stati canadesi e statunitensi, è obbligatoria la vaccinazione contro l'influenza se sei un operatore sanitario o ad esempio uno scolaro perché altrimenti non vai a scuola e altrimenti perdi il tuo posto di lavoro. 

- Quindi c'è una collusione tra chi prende le decisioni e l'industria?

- La cosa è molto molto complessa: ci sono medici e cosiddetti esperti che parlano a nome di questa o quell'industria ma non si capisce, sono i cosiddetti opinion leaders, e non lo dichiarano, oppure lo dichiarano ma non sai mai con chi stai parlando. 
Vi sono governi che hanno interi dipartimenti solo dedicati alla influenza o solo dedicati alla pandemia, che sono sorti negli ultimi 10 - 15 anni.
Quindi questi non sono solo conflitti di interesse di natura monetaria diretta, sono conflitti di interessi complessi, indiretti, dove le persone fanno carriera, hanno una grossa carriera davanti a loro perché si aprono le possibilità.
E poi c'è naturalmente la più grande cosa, cioè che ti senti parte di una famiglia che continua a invocare le misure più draconiane, a invocare ancora più ricerca, ancora più soldi che siano investiti in questa malattia, o sindrome che sia, l'influenza, di cui si sa in verità ben poco.
Bisogna tener presente che all'epoca nel 2005/2006 fu creato un clima di psicosi tramite voi, tramite i media.
Questo clima di psicosi per l'influenza aviaria, se lo ricorda sicuramente, quella precedente alla suina, gettò le basi per tutti questi contratti [di vendita di farmaci ai governi], tanto è vero che il primo che abbiamo nel nostro database risale al 2007, ed è un contratto con uno degli stati della federazione tedesca.
E questo clima di psicosi - o fai questo o morirai, in sostanza - questo messaggio a tutti i livelli creò le condizioni affinché i ministeri e alcuni di questi funzionari credessero veramente che stesse per finire il mondo.

- Tra l'altro proprio questo clima di psicosi fu quello che portò i governi di tutto il mondo e anche il governo italiano ad acquistare in maniera frenetica dosi altissime dell'altro farmaco prodotto dalla Roche, il Tamiflu, di cui voi avete appena fatto una ulteriore revisione sistematica".


APPROFONDIMENTI

Prosegui approfondendo la vicenda del farmaco Tamiflu.


- Radiotelevisione Svizzera: i conflitti di interesse dell'Organizzazione Mondiale della Sanità che hanno provocato la psicosi aviaria e suina in collusione con l'industria.





Ad una paura epidemica corrisponde una reazione biologica epidemica.

La trasparenza dell'industria farmaceutica è (ancora) una falsa apparenza.



Hai il desiderio di aiutare qualcuno in difficoltà con la propria salute?
Sei un incontenibile entusiasta delle 5 Leggi Biologiche?
Abbiamo creato degli strumenti formativi d'eccezione che potranno esserti molto utili, clicca qui.
Se invece hai bisogno di un aiuto rapido e professionale, chiedi ora un incontro individuale.

Direzione
Mauro Sartorio Eleonora Meloni 5 Leggi Biologiche Hamer Paolo Sanna
contatti